A chi ci rivolgiamo

 

BACK TO PROFIT si rivolge sia a banche e loro servicer come a player italiani e internazionali che detengono crediti UtP Corporate supportandoli nel processo di risanamento delle aziende di riferimento.

.

Quello delle inadempienze probabili (UtP) è un mercato di enormi dimensioni che a fine 2020 ammonta in valore lordo a €78 mld (fra banche/€55mld e ceduti/€23mld). Valori in forte accelerazione nel biennio 2021-2022, con un aumento atteso di circa €40 mld.

Isolando poi gli UtP Corporate in capo alle banche, si stima che a fine 2020 questi ammontino in valore lordo a €42 mld; anch’essi in forte accelerazione nel biennio 2021-2022, con un aumento atteso prossimo ad €15 mld.

Il mercato degli UtP poi ha dimensioni significativamente superiori a quello delle sofferenze (bad loans o NPL) non solo in valore lordo (UtP/€55 mld vs. NPL/€54 mld nel 2020 e UtP/€72 mld vs. NPL/€65 mld nel 2022), ma soprattutto in valore netto a seguito di un coverage ratio significativamente inferiore per gli UtP (41%) rispetto a quello degli NPL (62%).

Gli UtP Corporate per essere risanati necessitano di forti competenze per settore industriale e di gestione (il debitore è spesso un cliente attivo del sistema bancario/finanziario e nella maggior parte dei casi più banche/istituzioni finanziarie concorrono al complesso del suo debito deteriorato).